Alberto Cattani, classe 1974, diplomato come “Tecnico delle Industrie Meccaniche”, sono appassionato di web, ed in modo particolare di WordPress.

Costruisco temi e plug-in per questo CMS secondo le best practice delle repository ufficiali, piegando tutte le funzionalità previste del core al tipo di lavoro che vorrei fargli svolgere.

L’esperienza che mi ha portato qui

Ho un background commerciale sviluppato durante la lunga esperienza come agente di commercio nel settore IT.

Esperienza durante la quale il web ha fatto sempre più parte delle mie modalità operative, e che di fatto, ad oggi, mi trascinato all’interno di questo vasto ed affascinante mondo.

Come ho fatto a diventare sviluppatore

Si evince sia dai miei studi, che dal periodo in cui li ho conseguiti, che il web allora a malapena esistesse.

A scuola mi limitavo a disegnare pezzi meccanici con Autocad in versione Dos.

Di conseguenza, quel che persone come me hanno compreso nel tempo relativamente al mondo del web, è stato possibile grazie all’esperienza, alla pazienza e tanta formazione sui libri ma anche sul web stesso.

Credo che quando ci si appassiona ad una attività, o un prodotto, non ci sia nessun particolare sforzo da fare per dedicarle il tempo necessario per apprenderne meglio i meccanismi che ruotano attorno ad essa.

Quindi diciamo che dal 1998 ad oggi il mio approccio verso il web e le sue tecnologie è cambiato a dir poco almeno una decina di volte, così come le modalità di sviluppo dei siti web e le tecnologie che si sono evolute all’interno di esso.

Ma del resto, ribadisco, se l’interesse c’è…vale la pena crederci. No?

Cosa faccio oggi e quali sono le mie competenze

Diciamo che principalmente sviluppo temi per WordPress.

Questo comprende una certa quantità di competenze di svariati linguaggi per il web e di programmazione (Html, Css, Javascript, JQuery, e Php).

Diciamo che mi ritengo abbastanza completo sia sotto li sviluppo grafico (quindi come Ux designer), sia sotto il profilo di front-end developer.

Per finire gestisco il risultato delle due precedenti competenze inserendo tutto sotto il CMS WordPress, costruendo un tema dedicato a quel che è stato impostato come obbiettivo finale del lavoro (in gergo KPI).

Come ho scritto in svariati articoli del blog per esempio qui, non ci si può fermare, sono necessarie almeno una decina di competenze per poter ritenersi dei freelance capaci e competenti. O ancora meglio disporre di varie risorse umane verticali su ogni argomento, in modo da poter disporre di conoscenze complete e soprattutto verticali di ogni argomento.

La via più complessa

Le competenze necessarie che servono, devo tenerle sempre allenate ed aggiornate.

Giustifico quindi, tutto il tempo che passo a formarmi sul fatto che esistono tanti bravi sviluppatori di siti WordPress, ma la competizione è spesso serrata.